Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Sofia

Sofia
Nel Cuore dei Balcani
Guida turistica Sofia

Ciò che anticamente era solo un villaggio è oggi una città moderna e cosmopolita, ricca di musei e monumenti simbolo della Bulgaria. Nel cuore della Penisola Balcanica, ai piedi del coreografico massiccio del Monti Vitosha, Sofia appare al turista come una città moderna ed elegante, cosmopolita e viva, tipicamente occidentale, ricca di verde e di parchi, con un compatto centro storico, costellato di grandiosi monumenti, a ricordarci la sua millenaria e tormentata storia.

La futura capitale della Bulgaria venne fondata dalla tribù Trace dei Serdi intorno al VII secolo a. C., su un insediamento ancora più antico. Il piccolo villaggio fu conquistato dai Romani nel 29 d. C., trasformandosi in una vera città, poi elevata da Aureliano al rango di capoluogo della Dacia. Un ruolo già di primo piano, brutalmente interrotto dalle orde degli Unni, guidati da Attila, che nel 441 misero a ferro e fuoco la città, in seguito ricostruita dall’Imperatore Giustiniano. Dopo alterne vicende storiche, Sofia venne conquistata dai Turchi nel 1382: un dominio che durò fino al 1878, quando la città accolse i liberatori Russi, divenendo subito dopo capitale del Terzo Regno Bulgaro. In pochi decenni, Sofia passò da 20 mila a 300 mila abitanti, con uno spirito e un aspetto tipicamente occidentali.

Dopo la lunga parentesi della dittatura comunista, Sofia si è "riaperta" al mondo e al turismo, portando in dote la sua millenaria storia, le sue opere d’arte e il suggestivo ambiente naturale in cui è immersa, per una vacanza che non deluderà. Il raccolto centro storico di Sofia, arioso e ordinato, quasi geometrico, con ampi e lunghi viali alberati, è dominato dalla grandiosa mole della cattedrale ortodossa Aleksandar Nevski - simbolo della città - che ricorda la liberazione Russa nei confronti dei Turchi. Il sacro edificio, in stile neo-bizantino, venne iniziato nel 1882 e ultimato, dopo una lunga sospensione dei lavori, nel 1912: su una superficie di oltre 3 mila metri quadrati, la sua cupola dorata raggiunge i 45 metri di altezza, affiancata da un campanile alto 50 metri, la cui cella campanaria contiene ben 12 campane. L’interno del tempio, a cinque navate in stile Italiano, appare splendidamente decorato, con una parte utilizzata come "Museo delle icone", nell’ambito della Galleria Nazionale. Dalla splendida cattedrale, che da sola vale il viaggio, è poi possibile visitare gli altri principali monumenti cittadini: la "Rotonda di S. Giorgio", ritenuto l’edificio più antico della città, accanto a interessanti vestigia Romane; la chiesa di S. Sofia, che dette il nome alla città, costruita da Giustiniano; il Monumento ai Liberatori, eretto nel 1907, con la statua equestre dello Zar Alessandro II; la spettacolare Piazza Aleksandar Battenberg, e molti altri ancora.

Una città tutta da vedere, ricca di musei – tra cui il Museo di Storia Nazionale – ma anche in grado di offrire innumerevoli opportunità di svago e di divertimento, di giorno come di notte, alla pari delle altre grandi capitali Europee. Altrettanto numerose le "offerte gastronomiche", sia in ristoranti di alto livello che in locali tipici – le cosiddette "Mehanas", in stile taverna – dove gustare la più genuina cucina Bulgara – molto diffusa la carne suina – per arrivare alla classica grappa Rakìa. Infine, Sofia è l’ideale base di partenza per innumerevoli gite ed escursioni sui vicini Monti Vitosha, tutelati dal primo parco naturale dell’intera penisola Balcanica, istituito nel lontano 1934. Il massiccio raggiunge i 2290 metri di quota, con interessanti stazioni sciistiche.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti