Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Bordeaux

Bordeaux: splendidi vigneti in riva all'oceano
Guida turistica Bordeaux

Da sempre, Bordeaux ha legato la sua fama ai suoi vigneti e ai suoi vini, esportati in tutto il mondo grazie al suo porto, di antichissime origini.
Una città dai due volti, quindi: moderna, industriale ed efficiente, ma anche agricola e rurale, con le grandi distese di vigneti.
Con, sullo sfondo, la linea blu dell’Oceano Atlantico.
Fondata probabilmente da popoli di stirpe iberica, l’antica Burdigala divenne già un importante centro commerciale in epoca Romana.
In seguito, nel pieno del Medioevo, per ben tre secoli Bordeaux divenne territorio Inglese, grazie al matrimonio tra Eleonora d’Aquitania ed Enrico Plantageneto.
Dal 1154 al 1453, Bordeaux visse così un vero e proprio periodo d’oro, con una pressoché totale autonomia, un forte sviluppo dei commerci e un generale benessere.
Viceversa, la successiva riannessione alla Francia venne vissuta in modo traumatica, con quella che oggi potremmo definire una depressione economica.
Solo nel XVIII secolo la città ritrovò l’antica floridezza, grazie alla ripresa dei commerci verso i territori d’oltremare.
Con i suoi poco più di 200mila abitanti, Bordeaux è una città sostanzialmente moderna, che ha saputo però conservare un suggestivo e arioso centro storico del XVII-XVIII secolo, in stile classico, affacciato sul fiume Garonna.
Tra i monumenti da non perdere, una visita attenta merita il grandioso Grand Thèatre (XVIII secolo): il prototipo dei teatri moderni, con la sua perfetta acustica, le sue eleganti forme classiche e il suo scalone interno, che ispirò quello dell’Operà di Parigi, Ricordiamo poi la basilica di S.Michel, con il suo poderoso campanile alto 114 metri e la monumentale cattedrale di S. Andrea.
Per gli amanti dello shopping, non si potrà non percorrere, con calma, la lunga Rue Ste-Catherine, una delle vie più antiche della città, con la sua miriade di negozi e di locali.
Facilmente raggiungibile con tutti i mezzi di trasporto, come si addice a un primaria città industriale e commerciale, Bordeaux offre una struttura ricettiva variegata e completa, grazie alla quale sarà possibile gustare la tipica cucina locale, giustamente rinomata a livello internazionale.
Una cucina in grado di valorizzare i pregiati vini locali, come il esturgeon à la libournaise, ovvero lo storione cucinato con il vino bianco, o il lamproie à la bordelaise, cioè un pesce locale cucinato con il vino rosso.
Per arrivare al gustoso agnello di Pauillac a la persillade, ovvero un agnello allevato nella zona di Pauillac e cucinato alla griglia.
I verdeggianti dintorni della città, caratterizzati da grandi distese di vigneti, estesi su oltre 100mila ettari, permettono di compiere interessanti escursioni eno-gastrononiche, in un ambiente piacevolmente rurale, non senza aver prima visitato il Musée des Vins de Bordeaux, interamente dedicato ai vini locali, ospitato in un nobile palazzo settecentesco.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti