Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Monaco di Baviera

Monaco di Baviera
Antico e moderno, in riva all'Isar
Guida turistica Monaco di Baviera

Si dice Monaco di Baviera e si legge Oktoberfest, ovvero una delle feste più famose del mondo, ormai diventata simbolo e sinonimo di questa città. In realtà, Monaco non è solo birra e divertimento, ma anche arte, cultura, bellezze artistiche e raffinato schopping. In un clima nettamente più mite e piacevole rispetto alla Germania del nord.

Fondata nel 1158 da Enrico XII il Leone, in corrispondenza di un ponte sul fiume Isar, la città assunse, ben presto, un importante ruolo commerciale e politico, nel cuore della Baviera, ai piedi delle Alpi. Si trasformò così in uno dei centri abitati più belli e ricchi di opere d'arte dell'intera Germania. Una ricchezza artistica e architettonica che, quasi miracolosamente, è scampata in gran parte ai terribili bombardamenti alleati della seconda guerra mondiale. La "città vecchia", adagiata sulla riva sinistra dell'Isar, si offre così al turista in tutta la sua antica bellezza, a cominciare da uno dei simboli di Monaco: la grandiosa Cattedrale gotica di Nostra Signora (secolo XV), con le sue torri gemelle, coronate da una elegante copertura a cipolla.

Fatti pochi passi, ecco un altro dei simboli della città: l'Hofbräuhaus, ovvero la birreria più famosa della città, della Germania e, forse, del mondo. Qui, ogni giorno, su rustici tavolacci in legno, vengono serviti non meno di 10 mila litri di birra, ad avventori provenienti da tutto il mondo. Non un semplice "locale", quindi ma un vero proprio "pezzo di storia", nel bene e nel male. In queste stanze, nel febbraio 1920, venne fondato un nuovo partito politico, che avrebbe cambiato il corso della Storia: il partito Nazionalsocialista di Adolf Hitler.

Passeggiando tra le vie e le piazze della "vecchia" Monaco, con i suoi insigni palazzi, non si potrà non visitare il "regno dello shopping", ovvero la lunga e ariosa Maximilanstrasse, con i suoi raffinati e lussuosi negozi. Più abbordabili, dal punto di vista economico, il famoso centro commerciale Fünf Höfe, che dietro la facciata storica dell'antico palazzo arcivescovile, nasconde un moderno e vasto centro commerciale. Infine, per chi cerca qualcosa di più "genuino", consigliamo il Mercato Viktualienmarkt, il principale della città, con una miriade di colorate bancarelle, per tutti i gusti.

Tra i numerosi musei cittadini, un posto di assoluto rilievo merita l'Alte Pinakothek, una delle maggiori del mondo, assolutamente da non perdere, anche se non si fosse dei "patiti" dell'arte. Una città ricca di cultura, quindi, che ospita il prestigioso Festival dell'Opera, ma che deve la sua fama mondiale alla Oktoberfest, ovvero la grande festa di ottobre dedicata alla birra. Durante la manifestazione, tutte le maggiori case produttrici di birra (HB, Paulaner, Hofbrauhaus, Ayinger, Hacker-Pschorr, Spaten-Hell e altre) allestiscono dei grandi stand in cui vengono serviti i celebri boccali da un litro, che accompagnano la cucina e i tradizionali balli, all'insegna dell'allegria e del divertimento.

Ma la cucina di Monaco non è solo birra: nelle caratteristiche trattorie della città vecchia vengono infatti proposte le più tipiche specialità bavaresi, come croccanti stinchi di maiale alla griglia con crauti, salsicce di vitello, polpettone di carne cotto al forno, e molto altro ancora. Con un consiglio, per unire la buona cucina a una esperienza "mozzafiato", che, quasi da sola, meriterebbe il viaggio: pranzare nel ristorante rotante della torre olimpica, a 182 metri d'altezza. In 49 minuti, il ristorante compie una rotazione completa di 360 gradi, offrendo una vista a dir poco indimenticabile. Una città quindi che offre molto al turista, facilmente raggiungibile sia in aereo che in auto, e servita da una efficiente rete metropolitana, per un soggiorno veramente a 360 gradi.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti