Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Amalfi

Amalfi
Guida turistica Amalfi

La Comunità Montana Penisola Amalfitana comprende i tredici comuni del versante salernitano dei Monti Lattari; il territorio è fortemente acclive e in alcuni tratti precipita a mare con pendenze fortissime, strapiombi e rupi scoscese "sopra l’onde pendenti", in un paesaggio che presenta connotazioni pressochè uniche, con scenari di grandissima suggestione, riconosciuto dall’UNESCO "Patrimonio Mondiale dell’Umanità". Un territorio dove la natura e l’ambiente sono da sempre in splendido rapporto con l’uomo, amante della sua terra, che da sempre protegge, presiede, tutela con straordinaria passione. La conformazione geologica tormentata ha obbligato l’uomo ad una secolare e paziente opera di sistemazione a terrazze per consentire l’utilizzo agricolo del limitato suolo disponibile, contribuendo così a creare un paesaggio unico ed irripetibile dove i pergolati di limone, coperti da reti per difendere la coltura dalla grandine, dai venti salsi e dai freddi invernali, e le ardite terrazze strappate alla roccia, trattenute dai caratteristici muri a secco (macere), assurgono a simbolo stesso della Costiera Amalfitana. Qui i limoneti si chiamano "giardini" e lo sfusato amalfitano, conosciuto come il limone di Amalfi, ha di recente ottenuto il marchio I.G.P. Da questi pregiatissimi frutti si ottiene il "limoncello", caratteristico liquore del luogo, preparato in ogni casa ed oggi prodotto da numerosi laboratori artigianali, che lo esportano in tutto il mondo. Numerose anche le specialità dolciarie a base di limone. La vite, spesso affiancata al limone in audaci pergolati, viene coltivata su quasi tutto il territorio della Comunità Montana. Dalle uve Per ‘e palummo, Sciascinoso, Aglianico, Falanghina e Biancolella, si ottiene il vino D.O.C. Costa d’Amalfi, rosso, bianco e rosato. Lungo la Strada del vino il visitatore sarà guidato, alla scoperta dei suoi mille sapori, nell’incanto e nella suggestione dei suoi scenari. Corbara e Sant’Egidio del Monte Albino, sull’altro versante dei Monti Lattari, accolgono il visitatore con distese di aranci e mandarini dove l’arancio dei frutti, in tutte le sue sfumature, occhieggia tra il verde intenso del fogliame da ottobre a luglio inoltrato. Dalla coltivazione dell’olivo si ottiene un ottimo olio che si fregia della Denominazione di Origine Protetta (D.O.P.) "Colline salernitane". A Cetara notevole importanza assume la lavorazione del pescato locale (alici e tonno) in conserve sotto sale, sott’olio e al naturale. Dalle alici sotto sale viene ricavato, un antico e prezioso condimento di origine romana, dal colore ambrato e dal sapore delicatissimo: la colatura di alici, utilizzato per la preparazione del piatto tipico del luogo, gli spaghetti alla colatura di alici.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti