Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Caserta

Caserta
Guida turistica Caserta

Visitare Caserta significa, soprattutto e prima di tutto, visitare la sua grandiosa reggia Borbonica, uno dei più vasti e maestosi edifici d’Italia, abbellito da un fiabesco parco. La storia del Palazzo Reale di Caserta iniziò nell’anno 1751, quando re Carlo di Borbone incaricò l'architetto Luigi Vanvitelli di progettare un palazzo che potesse competere con le grandi residenze dei sovrani Europei. Vanvitelli accettò la sfida, presentando un progetto che raccolse l'approvazione entusiasta del re e della regina, Maria Amalia di Sassonia. I lavori iniziarono nel 1752 e si protrassero fino al 1774, portando alla realizzazione di un immenso edificio rettangolare – 247 per 184 metri – con quattro cortili interni, 1.200 stanze, 34 scale e 1.970 finestre. Una reggia da favola, completata da un incredibile parco di 120 ettari. E pensare che il progetto originale del Vanvitelli era ancora più grandioso, prevedendo due torri angolari e addirittura una cupola centrale. Visitare questa “Versailles Italiana” è un’esperienza da non perdere, con veri gioielli artistici: i due monumentali vestiboli, lo scalone d’onore, la Cappella Palatina, gli appartamenti reali…. Con in evidenza il teatro, costruito a ferro di cavallo, con cinque ordini di palchi e un sontuoso palco reale, vero capolavoro dell'architettura teatrale settecentesca. Usciti dalla reggia, ci si trova nel meraviglioso parco: tipico esempio di giardino all'Italiana, lungo quasi tre chilometri, con prati, aiuole, finti ruderi, laghetti e, soprattutto, con un trionfo di giochi d'acqua. Dalla Fontana di Venere e Adone l'acqua discende in una vasca attraverso una serie di dodici rapide, per poi raggiungere la Vasca di Diana e Atteone, con una cascata alta 78 metri. Lasciato questo piccolo paradiso, non dimenticare di visitare il borgo medievale di Caserta Vecchia, perfettamente conservato, abbandonato all’epoca della costruzione della Caserta “nuova”, accanto alla reggia.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti