Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Bergamo

Bergamo
Guida turistica Bergamo

Due città in una, distanti poche centinaia di metri, eppure lontane quattro secoli di storia. Siamo a Bergamo, con l’antica “città alta” sul colle e la moderna “città bassa” in pianura. Rispetto ad altre città, si tratta però di una divisione totale, assoluta, senza compromessi. Vediamo perché.

Nel 1561 il Senato della Repubblica di Venezia deliberò di trasformare Bergamo “in Fortezza Reale, atta a sostener qualunque assalto”. In 27 anni di lavori, Bergamo venne così cinta da una delle più grandiose cinte murarie d’Italia, giunta fino a noi perfettamente conservata: un perimetro di 6 chilometri, un’altezza massima di 21 metri, 14 baluardi, una guarnigione di 8.000 soldati, 4 monumentali porte d’ingresso, 100 bocche da cannone. Nel corso dei secoli, questa ciclopica muraglia fortunatamente non venne mai messa alla prova, e non sappiamo se veramente avrebbero potuto tener testa “a qualunque assalto”. Per contro, la “Bergamo sul colle” ha resistito, e resiste tuttora, agli assalti di un “nemico” tutto particolare, non sanguinario, ma a suo modo implacabile: il progresso.

Visitando Bergamo alta, non si potrà non rimanere impressionati dal suo aspetto medievale: non un “centro storico”, ma un’intera città medievale: strade selciate con curve ad angolo retto, dove le auto passano a mala pena; le antiche “torri-fortezza”, senza finestre e alte 50 metri; la grandiosa e romanica basilica di S. Maria Maggiore, con le sue opere d’arte; la trecentesca Cittadella, la Rocca col suo Torrione Veneto…. Ma, in realtà, ogni casa, ogni portone e ogni chiesa meritano attenzione, per una città praticamente uguale a com’era quattro secoli fa.

Ma anche la Bergamo moderna, alla base del colle, riserva piacevoli sorprese al turista, con in evidenza la pinacoteca dell’Accademia Carrara.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti