Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica San Giovanni Rotondo

San Giovanni Rotondo
Guida turistica San Giovanni Rotondo

Sono tanti i motivi che "dovrebbero" invitare a visitare San Giovanni Rotondo: il Parco Nazionale del Gargano e il suo splendido ambiente naturale, le incantevoli spiagge affacciate sull’Adriatico, le non lontane Isole Tremiti, le infinite testimonianze storiche e artistiche…. In realtà, questa cittadina in provincia di Foggia deve la sua notorietà ormai mondiale a un solo motivo: la figura di San Pio da Pietrelcina, che qui trascorse gran parte della sua vita terrena, per poi morirvi il 23 settembre 1968. La fama del "Santo delle stimmate" è tale che San Giovanni Rotondo si è trasformato nel più importante centro turistico della Puglia, e uno dei maggiori d’Italia, con un’affluenza valutabile in almeno sei – sette milioni di visitatori l’anno, e un’imponente struttura recettiva, tra cui un centinaio di alberghi.

Le origini di San Giovanni Rotondo si perdono nella notte dei tempi, con un villaggio già esistente nel IV secolo a.C. In epoca Romana, l’abitato venne chiamato Bisanum, per la presenza di un tempio circolare dedicato a Giano, il dio bifronte. Con lo scorrere dei secoli, il tempio pagano venne “cristianizzato”, trasformandosi in una chiesa "rotonda" intitolata e consacrata a "San Giovanni" nell’anno 996, per poi arrivare al 14 novembre 1095, quando il borgo venne "rifondato", col nome di San Giovanni Rotondo.

Soggiornare a San Giovanni Rotondo, situato sul versante meridionale del Gargano, a circa 600 metri di quota, non può che prevedere, prima di tutto, una visita ai luoghi legati alla figura di Padre Pio, a cominciare dal cinquecentesco convento dei Frati Cappuccini, dove il futuro santo giunse per la prima volta il 28 luglio 1916. All’interno della struttura è visibile la cella dove Padre Pio visse, con l’arredamento originale e vari oggetti personali: i mezzi guanti, le calze bianche con macchie di sangue, la corona del Rosario, e altri ancora.

Pochi metri, ed ecco la chiesetta di S. Maria delle Grazie, dove è conservato il Crocifisso ligneo del '600, davanti al quale, la mattina del 20 settembre 1918, Venerdì Santo, Padre Pio ricevette miracolosamente le Sacre Stimmate. La visita prosegue con la "nuova" chiesa di S. Maria delle Grazie, edificata negli anni ’50 del ‘900, per poi toccare l’opera terrena forse più importante di San Pio, ovvero il grandioso ospedale "Casa Sollievo della Sofferenza", inaugurato il 5 maggio 1956, che dispone di ben 1200 posti letto, con un rilievo ormai nazionale.

A poca distanza, si trova invece la "meraviglia" di San Giovanni Rotondo, progettata dal famoso architetto Renzo Piano: l’immensa Chiesa di San Pio, inaugurata il primo luglio 2004. Una colossale opera d’arte e d’ingegneria, che stupisce e impressiona, con una superficie complessiva di oltre 9mila metri quadrati e 7mila posti a sedere, oltre a un sagrato in grado di ospitare 30mila persone. Il sacro edificio, unico nel suo genere, ha la forma di una gigantesca conchiglia, con diciassette arditi archi in pietra disposti a raggiera, con il più grande organo a canne d’Italia.

Un itinerario di grandissimo impatto emotivo e spirituale, che ognuno potrà compiere secondo le proprie e più intime intenzioni, fino alla tomba del santo. Naturalmente, San Giovanni Rotondo è anche la base di partenza per visitare il Parco Nazionale del Gargano: un ambiente tipicamente Appenninico, a pochi chilometri da alcune delle più belle spiagge dell’Adriatico.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti