Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Vieste

Vieste
La Perla del Gargano
Guida turistica Vieste

Vieste una delle località turistiche più frequentate della Puglia, ricca di tradizione, arte e cultura, nonchè porta di accesso al Parco Nazionale del Gargano apprezzata per la bellezza e la qualità delle spiagge. Esattamente sulla punta del promontorio del Gargano, in una spettacolare posizione naturale, protesa nell’azzurro del mare, Vieste appare al turista come un piccolo lembo di paradiso, ricco di arte e di storia, orlato sui due lati da incantevoli spiagge. Una località balneare elegante e attraente come poche, ma anche una delle "porte di accesso" al Parco Nazionale del Gargano, ovvero "un angolo di Appennino in riva all’Adriatico": una sorta di isola montuosa e rocciosa, che si eleva per oltre mille metri dal piatto Tavoliere pugliese, con un concentrato di ambienti, di fauna e di flora per molti versi inaspettato.

Fondata probabilmente da coloni Greci, Vieste ha sempre rivestito una grande importanza militare e commerciale, per la sua strategica posizione, all’imbocco dell’Adriatico. Un passato tormentato e spesso sanguinoso, testimoniato dal grandioso castello a picco sul mare, risalente all’XI secolo e più volte rimaneggiato: una fortezza che ancora oggi intimorisce, con i suoi tre impressionanti bastioni a punta di lancia. Nonostante la protezione del castello, Vieste venne più volte attaccata dai pirati Saraceni e Barbareschi, come nel luglio 1554, quando il crudele Draguth, corsaro alle dipendenze di Solimano il Magnifico, assediò la città con settanta navi, conquistandola dopo sette giorni. Durante il saccheggio, migliaia di abitanti furono decapitati su una roccia, ancora oggi visibile poco distante dall’antica cattedrale – tra via mons. Cimaglia e Ugo Boncompagni – da allora chiamata "Chianca amara", ovvero "roccia amara".

Un luogo di grandi emozioni, nel cuore di un centro storico tipicamente medievale, che merita una vista attenta, con le sue vie strette e tortuose, tra le case bianche dagli usci piccoli, unite di tanto in tanto da esili archi, in un "paesaggio urbano" d’altri tempi. Dal centro storico, in pochi minuti si possono raggiungere le famose spiagge di Vieste, che si stendono ai due lati del promontorio, con una sabbia scintillante, finissima, dal tenue color rosa argentato, soffice come velluto.

A sud, ecco l’arenile più famoso: la Spiaggia del Castello, lunga quattro chilometri, caratterizzata dall’incredibile monolito roccioso detto Pizzomunno, che si eleva per oltre venti metri dalla sabbia, al centro di innumerevoli leggende. Tra le altre spiagge – complessivamente una ventina - possiamo ricordare quella di Porto Nuovo, lunga due chilometri e adatta anche ai bambini, e quella di Porto Greco, piccola e selvaggia, ideale per chi ricerca la solitudine. A seconda dei gusti, si potranno scegliere arenili attrezzati oppure del tutto naturali, con la possibilità di praticare i tipici sport acquatici, grazie anche al porto turistico. Ricordando che la zona, per la sua posizione protesa nel mare, è molto ventosa, e quindi adatta alla pratica del windsurf.

Le stupende spiagge affacciate sull’Adriatico non devono però far dimenticare che Vieste è una delle basi di partenza per visitare l’entroterra del Gargano: un ambiente prettamente carsico, con selvaggi valloni, dirupi, grotte, creste elevate, pinnacoli, colonne…, con la massima elevazione del Monte Calvo (1056 metri). Paesaggi di rara suggestione, a tratti lunari, cui si affianca la famosa Foresta Umbra, ultimo residuo della primigenia e millenaria selva che copriva l’intero promontorio, con alberi monumentali e secolari. Un ambiente naturale ideale per l’escursionista, tipicamente Appenninico, nonostante il mare si trovi a pochi chilometri, a fare da suggestivo sfondo a tutti gli itinerari.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti