Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Favignana

Favignana
Guida turistica Favignana

A pochi chilometri dalla “punta” della Sicilia, al largo di Trapani, Favignana è la più grande (circa venti chilometri quadrati) e importante isola dell’arcipelago delle Egadi: un luogo ideale per l’amante del mare e per le famiglie, con acque limpide, spettacolari scogliere, affascinanti grotte, romantiche spiagge e baie, antichi borghi di pescatori e fortezze, accanto a moderne strutture turistiche. Un’isola dove resistono secolari tradizioni di vita e di lavoro, come la pesca del tonno nella tonnara, una delle poche ancora in funzione. Abitata fin dalla preistoria, Favignana ha legato il suo nome a una cruenta battaglia navale nell’anno 241 a.C., nel corso della prima guerra punica, durante la quale la flotta Romana annientò quella Cartaginese: secondo il mito, l’acqua del mare si tinse di rosso per il sangue dei caduti, tanto che la baia davanti alla quale si svolse lo scontro venne chiamata “Cala Rossa”. Per la sua particolare forma, Favignana viene spesso chiamata “La farfalla del mare”, con le due “ali”, a est e a ovest, nettamente separate dalla Montagna Grossa (o Monte S. Caterina), che a dispetto del nome raggiunge solo i 302 metri. Nonostante la quota modesta, si tratta di un belvedere d’eccezione sull’intera isola, sulle Egadi e sulla non lontana costa Siciliana, anche per la presenza, esattamente in vetta, di un’antica e ben conservata fortezza, che rende il luogo quanto mai suggestivo. Al centro della costa settentrionale dell’isola si stende l’abitato di Favignana, col suo ben riparato porto. Di aspetto prevalentemente moderno, la cittadina ha legato la sua storia recente alla pesca del tonno, con l’imponente edificio della Tonnara Florio, chiusa da pochi anni e in fase di ristrutturazione e recupero. E proprio la pesca del tonno, con la classica mattanza nella tonnara, da aprile a luglio, rappresenta una delle attrattive turistiche dell’isola: non una semplice tecnica di pesca, quanto piuttosto un rito antichissimo – impressionante e cruento - accompagnato da preghiere e canti propiziatori di araba memoria, dove la morte del tonno, nella sua straziante crudeltà, significa la vita e la sopravvivenza dei pescatori e delle loro famiglie. La bella baia di Favignana rappresenta la naturale base di partenza per visitare l’intera isola, con la sua coreografica e frastagliata costa, che alterna spettacolari scogliere rocciose e romantiche spiagge di sabbia bianca, dolci insenature e selvaggi promontori, misteriose grotte e incantevoli isolette, con scenari da cartolina. Tra i luoghi da non perdere, dove trascorrere ideali giornate di riposo e di svago, possiamo ricordare: la piccola spiaggia di Cala Azzurra e l’ampio arenile di Lido Burrone (entrambi lungo la costa meridionale), le suggestive Cala Rossa e Cala del Bue Marino (nella zona orientale), mentre nella zona occidentale, nettamente meno urbanizzata, ecco Cala Rotonda e Cala Grande, e molte altre ancora. Numerose, come accennato, anche le grotte marine, da visitare nel corso di suggestive gite in barca: la Grotta Azzurra, così chiamata per il colore dell'acqua; la Grotta dei Sospiri, che d'inverno fa sentire i suoi “lamenti”, e la Grotta degli Innamorati, per via di due rocce identiche e affiancate sulla parete di fondo, e altre ancora. Senza dimenticare le grandi opportunità offerte agli amanti delle immersioni. In sintesi, un’isola dove trascorrere una vacanza nella massima tranquillità, con “tutto il bello” del Mediterraneo.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti