Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Stromboli

Stromboli - Isole Eolie
Guida turistica Stromboli

Un’isola unica in Europa, e forse nel mondo, con l’emozione e il fascino di poter trascorrere una vacanza sulle pendici di un vulcano in costante e spettacolare attività eruttiva ed esplosiva. Un soggiorno a Stromboli sarà impossibile da dimenticare, sempre al cospetto di “Iddu", ovvero "Lui", il vulcano, come viene chiamato dagli abitanti: un’isola avvolta da una grandissima e a volte irreale tranquillità, con piccole frazioni in riva al mare, una delle quali raggiungibile solo in barca. Cui si deve aggiungere l’incredibile “buio” della notte, grazie all’intenzionale assenza dell’illuminazione stradale…. Tutto, a Stromboli, è eccezionale, unico, difficile da descrivere a parole. Conosciuta e abitata fin dall’antichità, Stromboli fu per secoli un’importante approdo lungo le rotte di navigazione del Mar Tirreno, arrivando a contare, nel corso dell’800, quasi 4mila abitanti, occupati nell’agricoltura (olivo, vite, fichi), nella pesca e nella marineria. Successivamente, per varie ragioni – crisi della viticoltura, eruzioni, terremoti… - iniziò un rapido spopolamento, tanto che l’isola rischiò seriamente di rimanere disabitata. Per poi arrivare alla “riscoperta” del 1949, grazie al film di Roberto Rossellini “Stromboli terra di Dio”, che diede il via, di fatto, allo sviluppo turistico. Uno sviluppo peraltro lento, misurato, senza eccessi, rispettoso dei luoghi, ben lontano dal turismo di massa, per vivere veramente “a tu per tu” con la bellezza e la “forza” della natura, rappresentate dal mare e dal vulcano. Stromboli è la più settentrionale tra le Isole Eolie: avvicinandosi in traghetto, essa appare di forma quasi esattamente conica, raggiungendo la quota di 924 metri. In realtà, ciò che si vede è solo la parte sommitale del cono vulcanico: l’altezza reale del vulcano, dal fondale marino, è infatti di ben duemila metri! I circa cinquecento abitanti, come pure le strutture turistiche, sono concentrate all’estremità nord-orientale dell’isola, nel paese di Stromboli, mentre esattamente nel punto opposto si trova il minuscolo borgo di Ginostra, abitato da poche decine di persone e raggiungibile solo via mare, in particolare da quando il vecchio sentiero litoraneo – comunque non facile, tanto da essere chiamato “Malopasso” – è stato interrotto da alcune frane. Soggiornando a Stromboli, sarà d’obbligo salire fin sulla vetta del vulcano, sempre rigorosamente accompagnati dalle guide. Una camminata di circa tre ore, per ammirare la continua attività esplosiva e le frequenti colate laviche, in un ambiente spettrale, senza vita, con scorci panoramici unici, come la cosiddetta Sciara del fuoco: un versante del vulcano dove fortunatamente si dirigono tutte le colate laviche – ben ventisei solo nell’ultimo secolo – risparmiando così i centri abitati. Le spiagge di Stromboli sono poche e piccole, ma di grandissimo fascino, con la loro sabbia nera, bagnata da un mare stupendo: alcune si trovano presso la zona abitata, mentre altre sono raggiungibili solo dal mare, nel corso magari di un giro completo dell’isola in barca, durante il quale si potranno ammirare l’impressionante scivolo della Sciara del fuoco, le continue esplosioni, l’eccezionale scoglio roccioso di Strombolicchio, e altro ancora. Senza dimenticare il fascino notturno di Stromboli, grazie all’assenza dell’illuminazione stradale, con i bagliori delle esplosioni, il rosseggiare della lava e la straordinaria brillantezza delle stelle, per ricordi che sarà impossibile cancellare.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti