Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Barberino di Mugello

Barberino di Mugello
Guida turistica Barberino di Mugello

La Toscana che non t’aspetti, ovvero un grande lago che quasi assomiglia al mare, circondato da dolci e verdeggianti colline, ai piedi dell’Appennino, per una vacanza a 360 gradi. Grazie alla recente creazione del bacino artificiale del Bilancino, che ancora non compare su molte cartine e atlanti, Barberino di Mugello – a 270 metri di quota - si è trasformato in una delle più interessanti e polivalenti località turistiche delle colline Toscane, con una piacevole varietà di ambienti naturali, strutture recettive e opportunità di svago. In una battuta: “tutto il bello della Toscana, con in più il lago”. Di antiche ma incerte origini, Barberino di Mugello rivestì una notevole importanza militare e commerciale nel medioevo, per la sua strategica posizione, lungo primarie vie di comunicazione tra la pianura Toscana e la Pianura Padana: un’importanza arrivata fino ai giorni nostri, con la costruzione dell’Autostrada del Sole, che è un po’ la “spina dorsale stradale” d’Italia. Di questo passato spesso travagliato sono giunte fino a noi numerose testimonianze storiche e artistiche, anche se l’abitato appare prevalentemente moderno, tra l’altro per le pesanti distruzioni subite nel corso della seconda guerra mondiale. Tra i luoghi da non perdere, ricordiamo la grandiosa Villa medicea di Cafaggiolo, con i suoi sontuosi interni e il suo elegante giardino, e Villa Torre Il Palagio, circondata da uno splendido parco, caratterizzato da alberi secolari, tra cui un cipresso della California, alcuni poderosi cedri del Libano e una grande sequoia della specie Giganthea. Senza dimenticare gli altri monumenti cittadini, tra cui il quattrocentesco Palazzo Pretorio, restaurato in stile neomedievale; il poco più antico Loggiato Mediceo; la Pieve di S. Gavino Adimari, edificata nell’XI secolo, ma più volte rimaneggiata; i castelli di Barberino e di Villanova, e altri ancora. Visitando Barberino e i suoi monumenti, lo sguardo sarà spesso attratto dal grande specchio azzurro del Lago del Bilancino, che contrasta piacevolmente con il verde delle colline: il bacino artificiale venne ultimato nel 1995, con la costruzione di una diga alta 42 metri e lunga 710. Si venne così a creare un lago di 62 milioni di metri cubi d’acqua, con una superficie di ben cinque chilometri quadrati, che ha donato a Barberino, e all’intero Mugello, una nuova e accattivante “dimensione lacuale”, di grande interesse turistico. Sulle rive del lago, sempre ben soleggiate, sono così nate numerose strutture recettive e di svago, tra cui veri e propri stabilimenti balneari, per trascorrere ideali giornate di riposo in spiaggia, o di svago praticando numerosi sport: canoa, vela, windsurf, mountain bike, con noleggio di attrezzature e corsi anche per bambini. Senza dimenticare, per gli amanti della natura, l’Oasi WWF di Gabbianello, sulla sponda nord-orientale del lago. Barberino di Mugello è inoltre un ideale luogo di soggiorno per gli amanti delle passeggiate e delle escursioni, lungo le suggestive vallate che salgono fin verso il crinale dell’Appennino. In evidenza, in particolare, il trekking “Le sorgenti di Firenze”, articolato in un percorso ad anello principale e in ventidue percorsi secondari. Con la possibilità di soggiornare in numerosi “posti tappa”, spesso costituiti da agriturismo, ex complessi monastici, antiche ville o case coloniche, alla scoperta della Toscana più autentica.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti