Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Castel Ritaldi

CASTEL RITALDI PAESE DELLE FIABE
Guida turistica Castel Ritaldi

Il Comune di Castel Ritaldi nasce dalla fusione di tre borghi medioevali, Colle del Marchese, Castel S.Giovanni e lo stesso Castel Ritaldi, dove nel XI^ secolo normalmente risiedeva un visconte che esercitava poteri amministrativi su un territorio denominato "Normandia" e che comprendeva altri numerosi Castelli di cui alcuni tuttora abitati, altri in parte rovinati. Molti reperti, il più famoso dei quali è la "Lex Lucaria" che regolava il taglio dei boschi sacri al dio Giano, testimoniano che anche in epoca romana il territorio era abitato. Molti frammenti di anfore o di altri manufatti emergono ancora oggi dalle lavorazioni dei campi ed altri sono inseriti nelle mura di edifici e di numerose chiesette disseminate per le colline. Tra il XII^ ed il XV^ secolo tutti i castelli furono coinvolti nelle vicende che videro contrapposti il potere imperiale e quello della Chiesa, fino a quando rimasero definitivamente soggetti a quest'ultimo. Nel 1499 Castel Ritaldi vide la visita di Lucrezia Borgia, all'epoca governatrice di Spoleto che così volle sottolineare la lealtà del castello. Agli inizi del 1600 prese vigore, con la coltivazione dell'olivo, la vita agricola. Numerosi casali, tutti collegati tra loro da una rete di stradine, sorsero in qual periodo e recano, ancora oggi, impressa in qualche elemento dell'edificio, la targa con la data. Castel Ritaldi dista circa 10 Km da Spoleto e altrettanti da Montefalco, Foligno, Bevagna e Trevi ed è idealmente al centro di un'area in cui con un percorso di circa 30 minuti ci si può collegare ad altre città d'arte, quali Assisi, Todi, Norcia. Sorge in cima alla collina di Scigliano, ai piedi dei Monti Martani, ad una altitudine di 350 m e domina un territorio ancora in gran parte agricolo con boschi e suggestivi declivi collinari attraversati da una rete di stradine percorribili a piedi, a cavallo o in bicicletta. Castel Ritaldi è riconosciuto il Paese delle Fiabe perchè dal 2000 organizza il premio letterario per fiabe e favolre intitolato a Mario Tabarrini. Mario Tabarrini fu un cittadino di Castel Ritaldi ed a Lui si debbono scritti per bambini e ragazzi ed una favola, “La fine degli orchi” che, nel 1967, vinse il primo premio della prima edizione del famoso concorso letterario “Premio Andersen la Baia delle favole” di Sestri Levante. Oggi, oltre al concorso letterario, da vita ad altre iniziative, sempre legate al tema della fiaba e della favola e che siano di completamento e di valorizzazione di ciò che fino ad ora è stato fatto. Il sito ufficiale è www. paesedellefiabe.com

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti