Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Porto Santo

Porto Santo
Alla scoperta di Porto Santo
Guida turistica Porto Santo

Un’isola dove scoprire tutto il fascino dell’oceano, con la piacevole sensazione di essere ancora nella "Vecchia Europa". Il mare e il sole all’ennesima potenza. Così, in una battuta, possiamo sintetizzare le attrattive turistiche dell’Isola di Porto Santo, la seconda per dimensioni dell’Arcipelago di Madera (o Madeira, in lingua originale), una regione autonoma del Portogallo, circa seicento chilometri al largo della costa Africana e a circa mille da Lisbona, in pieno Oceano Atlantico.

Lunga circa undici chilometri e larga al massimo sei, Porto Santo appare prevalentemente "piatta", arida e ventosa, con la costa meridionale costituita da un’unica, ininterrotta spiaggia di sabbia fine, lunga quasi nove chilometri, che rappresenta la principale attrattiva dell’isola. Per contro, la costa settentrionale appare nettamente più frastagliata e impervia, con alte e spettacolari scogliere rocciose. Il capoluogo dell’isola – tra l’altro dotata di un aeroporto - è il pittoresco villaggio di Vila Baleira (balena in portoghese), dove per un certo periodo visse Cristoforo Colombo, la cui casa è ora adibita a museo.

La "ragion d’essere turistica" di Porto Santo, come detto, è la sua infinita spiaggia di sabbia fine e dorata, quasi vellutata, che costituisce l’intera costa meridionale dell’isola, per una lunghezza di circa nove chilometri. Un arenile da cartolina, a tratti attrezzato, ma per lunghi tratti ancora del tutto naturale, con alte dune e suggestivi palmeti, dove si infrangono le onde dell’oceano, con un’acqua limpida e cristallina. Una spiaggia per certi versi "ideale", dove trascorrere indimenticabili giornate di riposo e di svago, con la possibilità di praticare tutti i tipici sport acquatici, grazie a ottimali – ma non eccessive – strutture di supporto: immersioni, windsurf, sci d’acqua, pesca sportiva e altro ancora.

Sarà difficile allontanarsi da una simile spiaggia, ma, del resto, Porto Santo riserva tante altre bellezze, molte delle quali potranno essere ammirate solo con una gita in barca, con in evidenza due gruppi di isolette rocciose: le isole Selvagge e le isole Deserte, il cui nome dice tutto, dove vive la rarissima Foca Monaca. L’entroterra può invece essere visitato nel corso di piacevoli passeggiate, a piedi o in mountain bike – o volendo anche in jeep - alla scoperta dei luoghi più panoramici e suggestivi: l’ariosa vetta del Pico do Facho (517 metri), ovvero il punto più alto dell’isola, perennemente sferzato dal vento; l’altrettanto panoramico Pico do Castelo; il belvedere di Portela, con i suoi mulini a vento; il "Belvedere dei fiori", all’estremità occidentale di Porto Santo, da dove lo sguardo può spingersi fino a all’isola di Madera; il porticciolo di Zimbralinho, e molto altro ancora.

L’isola di Porto Santo è dotata di moderne strutture recettive in continuo sviluppo, in genere non invasive, con numerosi ristoranti, dove gustare, tra l’altro, la tipica cucina locale, tra cui i famosi spiedini di pesce, accompagnati da pannocchie fritte.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti