Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Barcelona

BARCELONA
Barcellona, in riva al Mediterraneo, la "rivale" di Madrid
Guida turistica Barcelona

Orgogliosa e vivace, Barcellona può definirsi la seconda capitale della Spagna, rivaleggiando con Madrid per bellezza, rilievo turistico e importanza economica. Una rivalità certo favorita dal fatto di avere ospitato le Olimpiadi nel 1992: un evento che ha giovato non poco alla città, oggetto di importanti interventi di riqualificazione urbanistica, che ne hanno migliorato notevolmente l’aspetto, le infrastrutture e le prerogative turistiche. Le origini di Barcellona sono ben più antiche di quelle di Madrid: già esistente in epoca Cartaginese, col nome di Barkeno, o Barcino (derivato probabilmente da "barca"), in epoca Romana Barcellona divenne un importante porto commerciale del Mediterraneo. Un’importanza che mantenne per tutto il Medioevo, fino alla scoperta dell’America: da allora, i commerci nel Mediterraneo si ridussero al rango di "commercio locale", mentre le grandi rotte commerciali solcavano ormai gli oceani, verso le Americhe e le Indie. Il porto di Barcellona perse così la sua importanza, e con essa la città, in una "crisi" che durò fino all’800.

Per arrivare ai nostri giorni, e alla rinascita sancita dal pieno successo dei Giochi Olimpici del 1992. La visita di Barcellona, orgogliosa capitale della Catalogna, può senza dubbio iniziare dal suo "cuore", ovvero il Quartiere Gotico della città vecchia: un labirinto di viuzze, tra antichi palazzi, in scorci di grande impatto visivo. Il quartiere è dominato dalla trecentesca cattedrale, anch’essa in stile gotico, con all’interno il sarcofago di Santa Eulalia, patrona della città. Pochi metri, ed ecco un palazzo ricco di storia e di mistero, che per lungo tempo dovette incutere rispetto, riverenza, e forse anche terrore: si tratta del grande complesso del Palau Reial Maior, sede dell’Inquisizione e dei sovrani di Aragona e Castiglia.

Ancora pochi passi, ed eccoci alle famose Ramblas, il cuore pulsante di Barcellona, di giorno come di notte: cinque viali alberati che formano un'unica strada di oltre un chilometro di lunghezza, a raggiungere il mare, di fronte al monumento a Cristoforo Colombo. Un viale – anche se il termine è riduttivo – popolato da artisti di strada, fiancheggiato da antichi palazzi e da locali di tutti i tipi, dove le ore trascorrono velocemente. Altrettanto da non perdere, il caratteristico quartiere di pescatori di Barceloneta, il moderno villaggio olimpico, le 150 case moderniste del "Quadrato d’oro" e i capolavori architettonici di Antoni Gaudi, tra cui la colossale Sagrada Familia, che si staglia nel panorama della città con le sue altissime torri gugliate: una chiesa incompiuta, iniziato nel 1882 e mai conclusa, dove è sepolto l’artista.

Una città ricca di storia, quindi, con una serie di musei di altissimo livello, tra cui quelli dedicati ai pittori Picasso e Mirò. Tra tante bellezze, non sarà difficile lasciarsi tentare da qualche negozio, sia lungo le Ramblas che nella vicina Via Layetana, con in primo piano oggetti artigianali in pelle, come le famose "espadrillas". Per chi cerca qualcosa di più elegante e alla moda, c’è solo l’imbarazzo della scelta, lungo l’Avinguda Diagonal e il Passeig de Gràcia. Senza dimenticare i tanti mercatini all’aperto, in particolare in Plaça de les Glories Catalanes.

Una città viva e vivace, quindi, dove la presenza del porto ha favorito la nascita di ristoranti multietnici, con specialità di tutto il mondo, con l’avvertenza che a Barcellona si cena tardi, non prima delle 22. Tra le ricette locali, ricordiamo tutte le specialità di pesce, compresa l’ottima zuppa, e i dolci, finendo con la celebre crema alla catalana. Altrettanto interessanti i locali notturni e le discoteche, per vivere una notte in riva al mare. Il periodo migliore per visitare la città può essere "tutto l’anno tranne l’estate", a causa del caldo, spesso intenso e fastidioso. In autunno, in particolare, sarà possibile assistere alla festa patronale, con quattro giorni di musiche, danze, spettacoli pirotecnici, sagre e sfilate. Senza dimenticare, nelle medesima stagione, il Festival Internazionale del Jazz.

Servita da due vicini aeroporti internazionali, Barcellona dispone di efficiente mezzi pubblici (tra cui una metropolitana con 5 linee) ma è senz’altro preferibile visitarla a piedi, anche per le limitate dimensione del centro storico.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti