Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Celerina

Celerina
Guida turistica Celerina

Se esiste una valle che può sintetizzare tutte le bellezze e le attrattive della Svizzera, con tutta probabilità questa è proprio l’Alta Engadina, il cui nome significa, non a caso, “Giardino dell’Inn”. Una delle valli abitate più alte d’Europa – fino a 1800 metri di quota – e una delle principali aree turistiche della Confederazione, in estate come in inverno, con località di assoluto rilievo internazionale, tra le quali Celerina, a pochi chilometri dalla notissima St. Moritz.

Adagiata a 1733 metri di quota, alla confluenza della Val Bernina, Celerina può vantare una posizione ideale, in una zona molto ampia della valle, quanto mai soleggiata, con un clima mite e piacevole: mediamente, a Celerina il sole splende per 320 giorni l’anno, per la felicità dei turisti. Nonostante il notevole sviluppo turistico, e le ottimali strutture recettive e di svago, Celerina ha saputo mantenere la sua piacevole e tranquilla atmosfera di paese, ideale per le famiglie, con la trecentesca chiesa di San Gian, ricca di affreschi ben conservati, sede tra l’altro di importanti concerti.

Una vacanza a Celerina permetterà di conoscere una delle vallate più belle della Svizzera, con scenari e paesaggi tanto perfetti da sembrare finti, fatti apposta per la pubblicità di qualche marca di cioccolato, o per i film strappalacrime di Haidi. Invece, è tutto vero: sarà difficile non innamorarsi di questa valle e dei suoi paesini, di queste montagne e dei suoi boschi, dominati da immensi ghiacciai, riflessi nell’azzurro dei suoi laghi.

Nella stagione estiva, Celerina offre la possibilità di compiere innumerevoli gite, escursioni e ascensioni alpinistiche, con due destinazioni d’eccezione: il Parco Nazionale Svizzero, creato nel lontano 1914 su un’area di 170 chilometri quadrati, e il grandioso gruppo del Bernina (4049 metri), con i suoi ghiacciai che quasi raggiungono il fondovalle, come il Morteratsch. Numerosi impianti di risalita permettono di raggiungere in pochi minuti luoghi altrimenti accessibili solo a esperti alpinisti, come ad esempio la funivia del Diavolezza (2973 metri), ai piedi del Pizzo Palù e del Bernina. Complessivamente, sono presenti quasi seicento chilometri di sentieri e mulattiere, oltre a quattrocento chilometri di itinerari per mountain bike. Senza dimenticare di compiere una gita con il mitico trenino rosso del Bernina Express, ovvero la linea ferroviaria senza cremagliera più alta d’Europa, che raggiunge l’incredibile quota dei 2328 metri del Passo del Bernina: una vera “meraviglia del mondo”, candidata a diventare “Patrimonio dell’Umanità” dell’Unesco.

Nella stagione invernale, Celerina e l’Alta Engadina si trasformano in un paesaggio incantato, che poco o nulla ha da invidiare al mitico paese di Babbo Natale, dove provare, tra le tante altre cose, l’emozione di un viaggio in slitta. Una valle ideale per il fondista, grazie alla sua dolce morfologia, con 180 chilometri di tracciati battuti, ma anche per il discesista, che potrà contare su oltre 350 chilometri di piste, nei quattro comprensori vallari: Corvatsch, che raggiunge la quota di 3303 metri; Corviglia/Piz Nair, elegante e mondano; Diavolezza, ai piedi del Bernina, e Pizzet, accogliente e soleggiato.

Infine, ricordiamo che Celerina, oltre a essere servita dall’aeroporto più alto d’Europa (1721 metri), è sede, ad agosto, del "New Orleans Jazz-Festival", che richiama artisti e appassionati da tutto il mondo.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti