Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Savognin

Savognin
Guida turistica Savognin

Lungo il tracciato di un’antica strada Romana – ovvero le autostrade di duemila anni fa - un luogo dove trascorrere una vacanza immersi nella natura e nella tranquillità di un piccolo villaggio di montagna, pur con tutti i servizi e le strutture tipiche del moderno turismo. Adagiato a 1210 metri di quota, lungo l’ampia Valle del Surses (Oberhalbstein), nel Cantone Grigioni, Savognin appare al turista come uno dei classici paesini Svizzeri, tutto circondato dal verde, con l’immancabile torrente, sullo sfondo di grandiose catene montuose, tutelate dal più vasto parco naturale della nazione. Una località turistica “tutto relax”, con soli mille abitanti, lontano dai rumori e dal traffico delle città, che punta molto sulle famiglie e sui bambini, come dimostrano il prestigioso marchio di qualità “Famiglie benvenute” e gli otto parchi gioco.

Le origini di Savognin si perdono nel buoi dei secoli, ma sicuramente sono antichissime, grazie alla sua strategica posizione, lungo vie di comunicazioni frequentate si può dire da sempre, a cominciare dalla via del Passo Septimer (o del Settimo, 2310 metri), caduta in disuso a partire dal XIX secolo, quando venne costruita la strada carrozzabile del Passo Juler (2284 metri), oggi transitabile anche in inverno.

Il piacevole centro storico di Savognin, con i suoi ponti medievali e i suoi tre campanili, è la base di partenza per visitare gli incantevoli dintorni, che in estate permettono di compiere innumerevoli gite, passeggiate ed escursioni, per tutti i gusti e tutte le capacità, dalle più facili alle più impegnative, fino ad arrivare alla via ferrata del Piz Mitgel. Una natura di grande fascino, da pochi anni tutelata dal Parco naturale di Ela, la più grande area protetta della Confederazione, estesa per ben seicento chilometri quadrati, con numerosi percorsi escursionistici tematici. Tra i tanti itinerari possibili, possiamo ricordare lo storico Passo Septimer, sul confine con la Val Bregaglia, con tracce dell’antica strada Romana; l’altopiano paludoso dell’Alp Flix; l’antico santuario mariano di Ziteil, uno dei luoghi di pellegrinaggio più alti delle Alpi, a ben 2434 metri di quota, e molti altri ancora

Nella stagione invernale, Savognin si trasforma in un romantico villaggio incantato, ammantato di bianco, ideale per chi ricerca atmosfere e ambienti tranquilli, familiari, quasi intimi, a stretto contatto con la montagna. Lontano dall’affollamento di altre località, lo sciatore potrà divertirsi su circa ottanta chilometri di piste, che raggiungono la ragguardevole quota di 2713 metri: discese molto larghe, per la felicità anche degli amanti del carving e dello snowboard. Senza dimenticare i trenta chilometri di tracciati per lo sci di fondo, i numerosi percorsi pedonali e una pista per slittino lunga ben nove chilometri. Per i più piccoli, ricordiamo invece il “Club pinocchio”, dove il divertimento sarà assicurato.

Un soggiorno a Savognin permetterà inoltre di prendere parte a numerose feste e manifestazioni, dalle più tradizionali alle più innovative: il raduno nazionale di musica Guggenmusik a marzo (musica popolare sul tema del carnevale); la “Festa della tosatura” a ottobre, con gli allevatori che tosano le pecore in pubblico; la Swisspower Cup Savognin, ovvero una gara internazionale di mountain bike, e altro ancora.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti