Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Guida turistica Sion

Sion
Guida turistica Sion

Lungo la valle del Rodano, la più antica città della Svizzera offre al turista una molteplicità di attrattive – dall’arte alla natura, dalla storia all’enogastronomia – in un contesto ambientale di grande fascino, dal clima mite, nonostante ci si trovi ai piedi delle più alte montagne delle Alpi. Capitale bilingue del Canton Vallese, Sion (in tedesco Sitten) è un’elegante “città giardino”, a misura d’uomo (circa 30mila abitanti), ricca di suggestive e grandiose testimonianze delle sua millenaria storia. Un centro abitato da visitare con calma, dove soggiornare piacevolmente, ma anche l’ideale base di partenza per innumerevoli gite nelle vallate laterali del Vallese, in alcuni dei luoghi più belli e pittoreschi dell’intero arco alpino.

Edificata dai Romani alla confluenza del torrente Sionne nel Rodano, l’antica Sedunum rivestì sempre una notevole importanza, per la sua strategica e felice posizione: sede della prima diocesi della Svizzera, nel XII secolo i suoi vescovi vennero nominati Principi dell’Impero. Una storia tormentata e avvincente, ben testimoniata da numerosi monumenti, che rendono la città una sorta di museo a cielo aperto.

Il biglietto da visita di Sion, impossibile da dimenticare, è rappresentato da due dirupate e affiancate colline rocciose, che dominano la città e ne caratterizzano il profilo: la Valère e il Tourbillon. Sulla sommità della prima si erge l’imponente chiesa-fortezza di Notre Dame de Valère: una sorprendente e armonica mescolanza stilistica di romanico e gotico, sede del Capitolo del Duomo già verso l'anno mille. Il sacro edificio conserva un’opera d’arte assoluta: l’organo funzionane più antico al mondo, risalente alla fine del XIV secolo, ancora oggi protagonista di un festival musicale internazionale. Sulla cima della seconda collina, si stagliano invece le suggestive rovine dell’antico castello dei vescovi di Sion, semidistrutto da un incendio nel 1788.

Immediatamente ai piedi delle due colline, tra le quali sorge la quattrocentesca Cappella di Ognissanti, si trova il compatto centro storico medievale, con le sue suggestive viuzze e i suoi antichi edifici, tra cui la monumentale cattedrale e la Torre delle Streghe, l'unica sopravvissuta dell’antica cerchia muraria. Lasciati i vicoli della città vecchia, ecco l’ariosa Sion moderna, elegante, ricca di verde e di musei, con l’ampia Place de la Planta, cuore e “salotto” dell’abitato.

Gli immediati dintorni di Sion sono caratterizzati da vasti e coreografici vigneti, dove compiere panoramiche gite, con l’opportunità di sostare in qualche azienda vinicola, o ristorante tipico, per gustare i famosi vini locali, tra cui il Bianco Fendant.

Come accennato, Sion è l’ideale base di partenza per visitare le spettacolari valli del Vallese, con solo l’imbarazzo della scelta, in estate come in inverno: la Diga Grand Dixence, la più alta del mondo con i suoi 285 metri d’altezza, visitabile all’interno; il lago sotterraneo di St. Léonard, il più grande d’Europa, lungo trecento metri e navigabile; numerose stazioni sciistiche, tra le migliori della Alpi, tra cui Crans Montana; il Colle del Gran San Bernardo, e moltissimo altro ancora. Infine, ricordiamo che alle porte di Sion si trova un aeroporto internazionale.

© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti