Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Hotel a Pompei

Pompei è uno dei siti archeologici più importanti al mondo, ma è anche una fervente meta del turismo religioso dovuto alla presenza del santuario della Madonna del Rosario che attira pellegrini da tutto il mondo.
L'importantissimo centro archeologico situato nella pianura circumvesuviana, il 24 agosto del 79 d.C. subì un'eruzione disastrosa che... »

Hotel vicino a Pompei

Via Umberto I 70 - 84010 Praiano (SA) - dista circa 13.9 km da Pompei

Tel: 089874227 - Fax: 089874628

Perdere lo sguardo tra tra sole e mare. L'atmosfera familiare, la cucina di Margherita e i servizi di categoria superiore: tv sat lcd, wi-fi area, aria condizionata e minibar. Vi aspettiamo.

  • Giardino
    Giardino
  • Garage
    Garage
  • Servizio Babysitter
    Servizio Babysitter
  • Ammessi Piccoli Animali
    Ammessi Piccoli Animali
  • Ascensore
    Ascensore
  • Parcheggio Non Custodito
    Parcheggio Non Custodito
  • Aria Condizionata
    Aria Condizionata
  • Carte di Credito
    Carte di Credito
  • Solarium
    Solarium
  • Ristorante
    Ristorante
  • Camere con Tv Satellitare
    Camere con Tv Satellitare
  • Camere Insonorizzate
    Camere Insonorizzate
  • Cassaforte
    Cassaforte
  • Frigobar
    Frigobar
  • Telefono in Camera
    Telefono in Camera
  • Piscina Scoperta
    Piscina Scoperta
  • Parcheggio
    Parcheggio
  • Vicino Spiaggia
    Vicino Spiaggia
Successiva
Pompei è uno dei siti archeologici più importanti al mondo, ma è anche una fervente meta del turismo religioso dovuto alla presenza del santuario della Madonna del Rosario che attira pellegrini da tutto il mondo.
L'importantissimo centro archeologico situato nella pianura circumvesuviana, il 24 agosto del 79 d.C. subì un'eruzione disastrosa che seppellì l'intero abitato sotto una coltre di cenere e lapilli alta 7 metri, coinvolgendo anche il paese limitrofe Ercolano. Al momento del disastro Pompei era una città dì circa 15.000 abitanti, cinta da mura con otto porte per un perimetro di oltre 3 km; era divisa in decumani da est a ovest e in cardini da nord a sud. Numerose erano le botteghe, spesso con annessa abitazione, situata nel retro o in soppalchi e mezzanini.
Per lungo tempo si persero completamente le traccie della cittadina, e col passare del tempo divenne quasi una leggenda la sua esistenza. Nel XVI secolo, durante la costruzione di un canale emersero casualmente dei reperti che furono ben presto ricondotti a Pompei. Per volontà del re Carlo di Borbone gli scavi iniziarono nel 1748, e dopo un lungo e laborioso lavoro che prosegue tuttora, è stato ha riportato alla luce l'intero tessuto urbanistico della città antica. Di particolare suggestione sono i calchi in gesso ricavati dalle impronte di cenere che hanno imprigionato nella sofferenza dei suoi protagonisti l'istante della distruzione della città. Da apprezzare anche gli affreschi e le decorazioni delle ville extra-urbane, di cui sono splendido esempio la Villa dei Misteri e la Villa di Diomede.
© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti