Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

New York New York... Tutto Fumo e Niente Arrosto

Scritto da Massimiliano Masetti
  • Flat Iron Building
Sono Stato per la prima volta in America nel 2002, a New York. La seconda volta è stata nel 2005 in Florida. Devo dire che il sogno americano si spegne ogni volta che torno negli Stati Uniti: non c'è proprio un bel niente da invidiare, se non forse dal punto di vista naturalistico. L'Architettura è fredda, fatta di vari scopiazzamente da altri stili il che poteva non esser male ma non si è riusciti a creare un animo, un qualcosa di veramente caratteristico. Le città si somigliano tutte, mancano di personalità e le diversità si resipirano solo all'interno dei locali o nel clima. Tutto mi è sembrato asettico e impersonale, ho trovato tanta fame e tanta facciata, che però sta lentamente opacizzandosi per lasciare pieno campo visivo a povertà, accattonaggio, sporcizia, disagio sociale. Appena atterrato all'Aeroporto di Newark non pensavo altro che andare a dormire, abbiamo atteso due ore prima di poter uscire, poi abbiamo preso un furgone con altre persone, ne abbiamo lasciata qualcuna in New Jersey, e si è fatto buio. Ad un certo punto mi è apparsa Manhattan illuminata oltre il fiume Hudson. Sono rimasto senza fiato. E' incredibile, non avrei mai pensato di provare un brivido del genere. La città non delude, è così ricca di cose da fare e vedere che due settimane sono sembrate un giorno. La seconda volta a New York, accantonata la sorpresa, ho dovuto ricredermi su tante cose. Troppe. Ho trovato tanta sporcizia e degrado, tanta mancanza di educazione. Strade dissestate e marciapiedi distrutti, edifici bisognosi di restauro e troppa, troppa indifferenza. Frenesia, rumore, cattivo odore. Salvo rari quartieri (Soho, Nolita e Chelsea) tutta la città ha un urgente bisogno di cure.


Tags: New York
© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti