Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Rovigno: una Perla sull’Adriatico

Scritto da alan disiro
  • Nei pressi della chiesa
  • Panorama
  • Dall'alto del campanile
  • Il fiordo
Entrando in suolo croato pare di essere giunti in una località del sud, molto mediterranea e poco adriatica.
La terra è rossa ma nonostante ciò il verde (scuro) non manca, le piante non sono molto alte e i paesi che si incontrano sono tutti abbastanza piccoli e carini, molte volte arroccati su un promontorio e d'estate paiono sonnecchiare pigramente. Per giungere a Rovigno si può passare da Trieste così si ha anche l'occasione di vedere dall'alto questa bella città che si affaccia sull'omonimo golfo. Se potete attraversante anche il centro la strada vi farà passare proprio davanti Piazza Unità: splendida.
Poi si prosegue attraverso la Slovenia.
Capodistria non è sicuramente una delle mete marittime migliori di questa zona ma Porto Rose, Pirano e Izola meriterebbero sicuramente una visita.
Potete scegliere di fare la strada costiera molto bella, ma la carreggiata è piccola (se avete un trattore davanti è un disastro.non è poi così raro..) e piena di curve. Meglio fare la superstrada che comunque non è avara di bei paesaggi come ad esempio le saline dall'alto(nella strada normale ci passate in mezzo però!) e altre bei scorci tra mare e piccoli monti rigogliosi. Durante il tragitto fermatevi ad osservare dall'alto l'originale "spettacolo" del fiordo (poco prima di Rovigno).
Il lungo tratto di strada finale per giungere a destinazione non offre molto a parte tanta vegetazione e spesso terra ricca di pietre. Ma già quando si arriva in prossimità dell'incantevole paese di pescatori si intravede dal basso comparire il tetto del campanile sormontato da una statua; avanzando si vede l'intera chiesa e pian piano compare tutto il paese che si affaccia languido, ma allo stesso tempo altero, sul mare blu che sfavillante.
Rovigno è un piccolo paese di pescatori costruito su una breve lingua di terra collinare in mezzo al mare. Il centro storico sale fino all'apice in cui si trova la bella chiesa. Tutte le case sono di pietra le strade acciottolate (attenzione si scivola), piena di stretti vicoletti , strade che finiscono in graziosi cortili, i panni stesi da una finestra all'altra che gli donano un'aurea molto meridiole, poi alcune vie piene di piante (fichi e viti) che si protendono verso l'esterno alla disperata ricerca del sole, sono probabilmente piante che si trovano nei piccoli giardini interni di alcune abitazioni. Pare quasi di fare un salto nel passato in pittoresco borgo di pescatori del sud Italia. In realtà l'influsso della dominazione veneziana traspare un po' ovunque in particolare nella struttura della chiesa di S. Eufemia. Dentro non è particolarmente interessante, però dall'interno è possibile accedere alla scalinata che vi porterà alla sommità del campanile. Se vi piacciono i bei panorami non potrete quindi esimervi a salire le consunte scale di legno che vi faranno giungere fino in cima per poter poi godere del magnifico panorama sul mare e le isole di Rovigno, sulla vegetazione e sui tetti rossi della città. Scendendo dal sagrato della chiesa fermatevi a bere nel bar poco sotto che ha i tavolini presso un bel giardinetto che si affaccia sul mare. Scendendo ancora verso il mare vedrete la bella scogliera che circonda la piccola penisola. Questo è un luogo adatto per prendere il sole oppure per fare dei bei tuffi (per gli amanti del genere) o semplicemente per osservare il tramonto.
Non esiste una guida per visitare il piccolo e grazioso centro, l'unico consiglio è di perdervi fra le viuzze, i sali-scendi le scalinate, i cortili.sarete attratti da ogni angolo a volte misterioso.vicoli che magicamente ti portano sulla scogliera in cui si infrangono le bianche onde e sarà poi facile farsi ipnotizzati dal mare turchese e dal suo fragore. Piacevole anche una passeggiata notturna lungo il porto con le su barchette ormeggiate i suoi locali, gelaterie, bar, ristoranti, negozi, bancarelle.
Ci sono molti locali nei quali poter mangiare spendendo prezzi accessibili (i prezzi sono abbastanza inferiori rispetto alle località turistiche italiane) volendo anche del buon pesce. La scelta è vasta difficile indicarne uno, la maggior parte si trovano nella zona del porto e nella via principale che porta verso la chiesa, altri sono nascosti in stradine più interne. Posso consigliarvi di scegliere quello che sembra meno turistico.in ogni caso grossomodo si mangia sempre bene (almeno in base alla mia esperienza). Un locale che vi consiglio senza dubbio per andare a bere un drink e fare due chiacchere al chiaro di luna è il Bar Valentino. Questo bar si trova lungo la strada costiera che dal porto sale verso la scogliera. Qui ci sono molte abitazioni che aggrappati alla roccia si affacciano coraggiosamente sul mare impetuoso. Per accedere al bar bisogna scendere una piccola scalinata che vi porterà proprio sugli scogli su cui sono stati sistemati qua e là dei cuscini per potersi sedere a gustare un drink chiaccherando in un ambiente rischiarato dalla calda luce delle candele; sarete accompagnanti poi dall'incessante scroscio provocato dalle onde che si infrangono sulle rocce.ogni tanto qualche piacevole spruzzo di acqua salata vi accarezzerà il viso. Un faro dentro l'acqua del mare illumina la scena creando un'atmosfera rilassata e quasi magica. Se riuscite accaparratevi un posto sugli scogli altrimenti ci sono sempre delle comode sedie con tavolini (sempre che pure questi siano liberi!) I prezzi non sono proprio convenienti ma per una volta vale la pena fare l'esperienza.molto piacevole!
La vita notturna di Rovigno non può essere certo paragonata a quella della riviera romagnola, nulla di più lontano. Sì ci sono dei locali in centro, come ho detto, ma è tutto molto tranquillo e gradevole (nonostante i giovani non manchino). Discoteche poche io ne ho vista una. Ma più che una discoteca era un luogo, appena fuori dal centro, in cui vi erano vari locali con piccole piste da ballo ognuno proponeva una musica diversa, alcuni servivano solo da bere o da mangiare altri facevano il karaoke. Carino ma anche in questo caso piuttosto tranquillo. E per me (che non amo le discoteche) andava più che bene!
Le spiagge in Croazia non sono di sabbia ma di sassi e molto spesso di roccia.
Non di rado è possibile ammirare delle splendide calette. A Rovigno le spiagge più belle si trovano nelle isole al largo (che fanno parte di Rovigno stessa) o nella verde e suggestiva riserva naturale.
Le isole principali sono l'isola Santa Caterina (Otok Katarina) e l'isola Rossa. Quest'ultima si trova a una decina di minuti di traghetto da Rovigno. Purtroppo ha perso il suo originario fascino a causa di una tromba d'aria che alcuni anni fa ha devastato la sua lussureggiante vegetazione lasciandola quasi spoglia. In ogni caso merita una veloce visita. L'isola è affiancata ad un'altra , dedicata ai naturisti, a cui è collegata con una passerella di cemento che attraversa la bassa baia di acqua cristallina che divide, appunto, le due isole.
Sull'idilliaco lembo di terra non c'è molto, sicuramente questo rappresenta un aspetto positivo: un hotel con la dependance (più bella dell'hotel a 5 stelle stesso) uno o due ristoranti e bar.
L'isola di Santa Caterina è praticamente a due bracciate di nuoto dal paese, ma niente paura c'è un comodo traghetto che ogni 15-20 minuti fa la spola dal porto di Rovigno all'isola (lo stesso verso l'isola Rossa). Santa Caterina si presenta, oggi, meglio rispetto all'isola Rossa (in passato era certamente il contrario) in quanto la vegetazione è più bella e rigogliosa. Le spiagge di sassi invece sono poche e meno suggestive rispetto alla sorella "rossa". Qualche caletta si trova, alcune hanno anche una bella vista sul promontorio in cui è arroccato il paese di Rovigno. Santa Caterina però è più ricca di piccole scogliere nascoste dalla macchia sempreverde, immersi tra profumo di pino e ginepro (istriano) è possibile crogiolarsi al sole come delle lucertole o godere di un bel tramonto mentre qualche barca a vela solca il mare tranquillo. L'ideale anche per chi pratica il naturismo.
Quest'isola è più "viva" rispetto all'altra, infatti oltre a un bel hotel c'è un residence un paio di ristoranti e bar, un campo da mini-golf, alcuni tavoli da ping-pong, un campo da beach-volley e anche una attraente piscina.
Un'altra incantevole alternativa per godervi il mare, in una rilassante spiaggia, è inoltrarvi nello splendido parco naturale ricco di ombrosi alberi, prati e piccole anse di ghiaia lambite da un mare cristallino che sfuma verso l'azzurro e il blu. Il parco è più affollato ma essendo molto ampio potrete tranquillamente trovare anche il vostro angolo di pace.certamente i punti più carini e a ridosso del mare non saranno proprio isolati. Anche in questo parco vi sono molte scogliere e pure gli immancabili "settori" dedicati al naturismo, spesso però non sono ben indicati così non è raro trovarsi sdraiati vicini a dei simpatici nudisti.
Per raggiungere il parco naturale è necessario farsi una bella passeggiata lungo il porto fino al lato opposto della città, giunti là vedrete sicuramente l'entrata della piacevole riserva. Dovrebbe esserci anche un traghetto che dal molo principale del porto vi porta a quello opposto per pochi spicci. Qualche anno fa una sorta di trenino percorreva tutto il parco facendo varie soste lungo il tragitto più volte durante la giornata (non so se vi sia ancora).
Da Rovigno partono poi varie escursioni in mare spesso interessanti, : dalla visita alle isole Brioni, al tour delle isolette a largo con possibilità di praticare snoorkeling o ancora all'interessante "mini-crociera" sul fiordo. L'escursione alle isole Bironi, mi è sembrata un po' cara (50 euro persona). Io ci sono andato molti anni fa, meritano veramente, ma all'epoca andammo al paesino di mare in cui vi era il molo che portava direttamente all'isola Brioni, pagando solo il traghetto e la visita guidata (obbligatoria) il prezzo comunque si aggirava sulle 15 mila lire del vecchio conio (circa 15 anni fa!)
L'escursione sul fiordo (Kanale di Lemme) è molto suggestivo. Oltre ad avere l'occasione di ammirare Rovigno da un'altra prospettiva è possibile godere della piacevole vista sulla costa frastagliata e ricca di bassi arbusti verdi-intenso. Entrando nel canale pare per un attimo di trovarsi in una piccola barca vichinga che si addentra in un fiordo norvegese! Poi il caldo estivo ti sveglia dal sogno a occhi aperti! Un lungo imbuto che finisce in una piccola spiaggia di sassi (non particolarmente attraente) in cui è possibile rifocillarsi in un piccolo chioschetto che si affaccia sul mare; vi sono dei tavoli con panche di legno su cui è gradevole sedersi per mangiare mentre si osserva la natura intorno e il lungo canale che si protrae verso il mare lontano (circa 10km!)
Rientrando abbiamo avuto anche la fortuna di vedere dei giocosi delfini.
Tornando in città ricordatevi anche di fare una passeggiata nel colorato mercato di frutta e verdura e le vicine bancarelle piene di ninnoli, anelli, quadri e abbigliamenti vari.
Alle spalle del porto e del nucleo storico vi è una lunga via commerciale con notevoli edifici che richiamano fortemente le architetture delle cittadine venete. Anche qua la stradine laterali sono lastricate di pietra, salendole potrete ammirare dei altri interessanti edifici di sassi; ancora strette vie suggestive e di nuovo un bel panorama sulla cittadina di Rovigno che abbraccia l'acqua baluginante.
Se non volete consumare i vostri pasti al ristorante e avete optato per un comodo e conveniente appartamento, potete tranquillamente fare acquisti nei forniti alimentari o nella grande pescheria (vicina al mercato), vi consiglio anche di entare nei panifici e di provare il grosso e morbido pane bianco, anche i dolci sono molto buoni.insomma c'è l'imbarazzo della scelta.
Una breve vacanza o magari una più lunga a Rovigno vi rimarrà certamente nel cuore, per l'atmosfera tranquilla e rilassante, la natura, il pittoresco centro, i profumi, i colori del mare, il canto dei gabbiani.

ALLOGGIARE e VARIE

Trovare alloggio a Rovigno non è difficile (salvo in alta stagione in cui è meglio prenotare prima, Agosto in particolare) infatti l'offerta è vasta: hotel da 2 a 5 stelle, pensioni dignitose, appartamenti, affittacamere, camping.
Un hotel molto interessante è quello situato nell'isola di S. Caterina che è piuttosto carino e non eccessivamente caro (rispetto agli standard italiani). Mette a disposizione gratuita per gli ospiti il traghetto da e per l'isola, è incluso il costo del parcheggio cittadino e inoltre vengono a prendervi con la barca presso il molto del parcheggio (che si trova fuori rispetto alla zona pedonale).
Se volete risparmiare potreste optare per un appartamento o una piccola pensione.
La pensione Bosket si trova poco fuori dal centro che si raggiunge con una passeggiata di circa 1km. Poco prima di entrare in paese girate nella prima strada a destra che costeggia il mare, Bosket si trova in una laterale a destra di questa via (cercate le indicazioni o chiedete all'ufficio turistico). Il titolare è cortese, le camere comode e pulite è possibile alloggiare in mezza-pensione a prezzi interessanti.
Se preferite un appartamento o una piccola camera a costi ancora più convenienti vi consiglio vivamente Goga.
Goga è una gentile signora (dall'aria a volte un pò svagata) che vi offre un piccolo e grazioso appartamento dall'aria bizzarra proprio nel cuore del centro storico. Comodo e conveniente (circa 31 euro notte per appartamento), però si trova al secondo piano e non ha l'ascensore (in fondo sono solo 2 rampe di scale). Scegliendo questa soluzione ricordate però che per raggiungere la spiaggia di sassi è necessario andare nella riserva naturale o in una delle isolette. Nelle vicinanze infatti c'è solo la scogliera a ridosso del piccolo monte su cui è accoccolato il paese. La scogliera è comunque accessibile e balenabile.
Facendo una breve ricerca in internet è possibile poi trovare l'alternativa più adatta alle vostre esigenze.
Infine se siete amanti dei camping posso consigliarvi il Polaris che è distante qualche chilometro dal paese ma è molto ampio e si affaccia sul mare, inoltre ha anche alcuni settori dedicati a chi pratica il naturismo.

È bene ricordare che il centro storico di Rovigno è chiuso al traffico (solo frontisti) quindi è necessario parcheggiare l'auto fuori dal centro. È disponibile un ampio parcheggio che si affaccia sul mare poco prima di entrare nella zona pedonale, però è a pagamento, il costo giornaliero non è proprio conveniente. Difficile trovare parcheggi liberi vicino al centro, l'unico consiglio che posso darvi e di non scoraggiarvi cercate prima poi qualcosa salta fuori anche salendo per le strade laterali oppure nella strada che ho suggerito per trovare la pensione Basket. In ogni caso Rovigno non è un paese molto grande quindi il centro è sempre facilmente raggiungibile a piedi.

Come ho avuto modo di dire è una cittadina tranquilla per chi cerca relax, mare e atmosfere dai sapori semplici e romantiche. Non è indicata per chi cerca il divertimento sfrenato, locali di tendenza (anche se ve ne sono diversi carini) e discoteche all'ultima moda. Infine non esistono strutture balenare tipiche della riviera adriatica (ombrellone, sdraio, bagni ecc..)
Portatevi una crema abbronzante, delle ciabatte di plastica, uno stuoino, gli occhialini e occhiali da sole un buon libro e in caso di necessità un bel albero sotto cui ripararvi dalla calura lo troverete di certo! Buon relax!
Tags: Rovigno, Rovinj, viaggio, gita, panorama, mare, sole, spiaggia, scogliera, Isola Rossa, Isola Santa Caterina, naturisti
© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti