Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

La Strada e Intorno il Tutto

Scritto da GIADA NUTI
  • la strada va
  • la piazza ebrea
  • berlino
  • il muro
La Germania e la strada che in essa abbiamo percorso. Questo è stato il nocciolo della nostra vacanza. La strada è stato l'elemento primario, perché è attraverso essa che ci siamo spostati, fermati e poi nuovamente incamminati alla volta di nuove scoperte. E intorno a noi, a lei….la Germania nel suo splendore: il mutare del paesaggio, dal marrone-giallo della Baviera, cotto dal sole, al verde rigoglioso dell'alta Germania, lungo la strada per il mare del nord. E ancora bellissime città e paesini caratteristici. E a farci compagnia la musica…quella scelta da Luca, il mio compagno di vita e quindi anche di avventura. Siamo stati via poco, alla fine, almeno per quello che avrei desiderato stare via io. Forse avrei bisogno di ripartire, per colmare realmente tutta la mia voglia di evasione, ma nonostante tutto sono fiera della nostra meta. Sono stati tanti i chilometri fatti, abbiamo visto tante città…alcune più belle e altre meno, ma il panorama rimarrà sempre nei miei ricordi. Monaco, Berlino, Colonia, Francoforte, Amburgo. Città di elevata grandezza, metropoli europee popolate della tipica multiculturalità che rientra nello standard previsto. Alti palazzi, insegne e grandi strade. Lipsia, Lubecca, Friburgo, Bonn, Postdam…paesini caratteristici, vivi e pieni di colori. In alcuni si può ancora toccare e vedere i resti di una povertà che a fatica riesce a trasformarsi e modernizzarsi. I tratti storici del paese, gli stessi che, in parte, ne creano il fascino, sono anche quelli che più di tutto mettono a nudo certi posti. Lipsia, prima fra tutte, presenta ancora angoli, anfratti e stradine laterali in cui è facile scorgere palazzi abbandonati, vetri rotti, murales di protesta. Ma anche questo è Germania e, credo, lo sarà per sempre. L'importante è capire che non tutto è così. Amburgo vive del lusso delle sue strade piene di bei negozi, locali dove la gente siede per bere e incontrarsi, mentre la fontana, nel cuore della città, zampilla l'acqua fino a centinaia di metri da terra. E poi c'è Berlino: una città senza carattere ma all'interno della quale si respira ancora la storia. Davanti alla Porta di Brandeburgo sembra ancora possibile echeggiare i passi dell'esercito che marcia. Lungo il muro, che non è del pianto, sembra però di sentire ancora le voci, le grida e i pianti, delle persone, che una bella mattina, scoprirono di non poter riabbracciare dei loro cari, rimasti dall'altra parte. Uno non appassionato di storia, uno distante dalla realtà dei fatti, non potrà apprezzare la città che per il resto è in completa ricostruzione. Forse fra dieci anni Berlino riuscirà a trovare il suo splendore, il suo carattere e il modo giusto per vivere. Una cosa però va detta: abbattiamo i luoghi comuni sui tedeschi. Ora sento di poter affermare con sicurezza che i tedeschi non sono persone fredde e distanti, scostanti, soprattutto con noi italiani. Tutt'altro. Gentili fino alla noia. Pochi parlano inglese, unico modo per poter scambiare due informazioni, nel momento del bisogno. Eppure anche quando trovi la persona che non parla inglese, lui non smetterà di spiegarti ciò che deve, finchè non lo lascerai a parlare da solo. Una caratteristica ricorrente nella gente del luogo. Ma le vere scoperte che non possiamo dimenticare sono: la mia scoperta del genere musicale 'blues', musica che ben si adatta all'atmosfera da viaggio, e gli autogrill tedeschi. Abbiamo trascorso molte ore in autogrill…colazioni (continentali, con il tipico pane e marmellata e locale, con i tipici wurstel), pranzi, cene e spesso abbiamo passato lì anche ore notturne, nell'attesa di dormire in auto, parcheggiati lì fuori. Luca afferma che se vivesse in Germania, passerebbe le sue sere in autogrill: luoghi puliti e sempre molto accoglienti. È possibile trovarvi cibo ad ogni ora del giorno e della notte…e anche molto buono (io ho mangiato là, perfino dei buoni piatti di pasta!!). Inoltre è possibile sfruttare i pulitissimi bagni. I 50centesimi di euro per entrarci, ripagano sicuramente della pulizia che è sempre possibile trovarvi (Quando tirate l'acqua vi stupirete nel vedere la tazza che, ruotando su se stessa, si igenizza nel frattempo). Insomma la Germania ci è piaciuta, la vacanza in auto ci è piaciuta, il senso di relax che solo una vacanza può dare, ci è piaciuto. La completezza del nostro tour, ci è piaciuto. Peccato per la pioggia. Abbiamo scoperto, una volta là, che il periodo di luglio è proprio quello in cui piove di più…È sempre bello fare nuove scoperte!!
Tags: germania tour auto
© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti