Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Profumo di Capri

Scritto da stefania campanella
  • Capri
  • Capri1
  • Capri2
brano consigliato per la rubrica: These street, Paolo Nutini

A volte penso che per goderti un’isola fantastica come Capri o sei caprese (e paghi i prezzi riservati agli abitanti del loco) o sei miliardario.
In realtà basta accontentarsi un po’ per godersi anche con portafogli di piccole dimensioni la magia di questo paradiso. Prenotare con largo anticipo consente di alloggiare vicinissimo alla famosa piazzetta per meno di cento euro.
Oppure si può optare per Anacapri rinunciando alla mondanità.
Passeggiare per l’isola significa farsi rapire dai profumi. Come se fosse un vino, Capri si può decifrare con il naso: limone, rosmarino, ginepro… e mare. Imperdibile è la gita sul monte Solaro con la seggiovia. Sia per il panorama mozzafiato, sia per il giardino pittoresco di un abitante che vive proprio sotto il tragitto della seggiovia.
Ma i profumi veri e propri vengono anche fabbricati in loco; le aziende produttrici aprono in alcuni orari al pubblico. Consiglio anche di guardare dal mare la villa di Curzio Malaparte. Di non entrare nella grotta Azzurra (troppa fila per i miei gusti), di provare la Pezzogna all’acquapazza e di entrare in qualche lussuoso albrego, così, tanto per dare un’occhiata. Un passaggio davanti alle vetrine lussuose di Capri è obbligatorio, ma è molto meglio cercare di perdersi, seguire sentieri che si allontanano dai gruppi di turisti (americani). Si possono scoprire dei cancelli di ville di ferro fatti a mano. C’è un unico artigiano sull’isola che li produce. Oppure si può salire fino alla fine del sentiero che parte dalla piazzetta e che finisce in alto, davanti a Punta Campanella e con una vegetazione quasi amazzonica.
Ovviamente, si va a Capri anche per il limpidissimo mare. Un giro dell’isola in barca rivela centinaia di insenature segrete e sfumature di azzurro inaspettate. Tutto sommato la natura è talmente intensa qui, che il pianobar frequentato dai vip abituè è forse la cosa meno interessante da vedere.
Capri è come un Sauvignon, sa coinvolgerti con profumi intensi e confonderti con la sua limpidezza.
E difficilmente stanca.



Tags: capri grotta azzurra pezzogna
© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti