Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Il Volo della Colombina a Firenze il Giorno di Pasqua

Scritto da samantha pucci
  • il Brindellone
  • corteo dei figuranti
  • scoppio del carro
  • maschera del carro
Il volo della colombina a Firenze il giorno di Pasqua

Chi di voi ha assistito al volo della colombina il giorno di Pasqua a Firenze?
Io sì, e vi assicuro è un’esperienza da non perdere.
Unico neo: la ressa dei turisti.
L’anno scorso avevo deciso di andare a Firenze per Pasqua, così io e mio marito siamo praticamente partiti all’alba per arrivare in tempo a prendere il posto nelle file davanti.
Interessante è anche conoscere la storia di questa tradizione.
L’origine di questa festa religiosa fiorentina, nota come lo Scoppio del carro, che richiama davanti al duomo una marea di gente, risale alla prima Crociata.
Tra i fedeli che erano partiti per Gerusalemme a salvare il Sacro Sepolcro c’era anche un contingente di Fiorentini, guidati da Pazzo di Ranieri de’ Pazzi, agli ordini di Goffredo di Buglione.
Pazzo, molto ardimentoso e coraggioso, sprezzante del pericolo, era sempre in prima fila.
Un giorno di luglio del 1099, scalò per primo le mura di Gerusalemme, piantandovi lo stendardo crociato. Goffredo di Buglione rimase stupito di questo tempismo, così pensò di donare a Pazzo tre frammenti di pietra del Sacro Sepolcro. Il nostro eroe, tornato a Firenze, ripose i frammenti nel suo palazzo e ogni Sabato santo, secondo l’uso visto a Gerusalemme, strofinava le pietre per farne scaturire delle scintille, con cui si accendeva un fuoco santo.
Da qui la tradizione di portare il fuoco santo in solenne processione in Santa Maria del Fiore dove si accendevano il cero pasquale e le luminarie ed il fuoco santo che si distribuiva ai fedeli. Successivamente i Pazzi fecero costruire il carro, chiamato dal popolo Il Brindellone.

La mattina di Pasqua, infatti, il carro, ornato di bandiere e di fuochi artisticamente disposti, accompagnato da un corteo di figuranti in costume, viene trasportato da buoi bianchi dal piazzale di porta al Prato fino al Duomo. Viene poi teso un filo di ferro che unisce il carro all'altare maggiore del duomo. Lungo questo filo viene installata una colombina che porta nel becco un ramoscello di olivo: questa colombina deve scivolare lungo il filo verso il carro con la miccia accesa per incendiare i fuochi d’artificio contenuti su di esso piazzati sul "Carro", segue poi il percorso inverso tornando all'altar Maggiore
Infatti durante la S. Messa , al momento del "Gloria", l'Arcivescovo accende i razzi della "Colombina", la quale scorre lungo un filo, percorrendo tutta la navata centrale; qui appicca il fuoco ai mortaretti. Se tutto si svolge senza intoppi, per Firenze si preannuncia un anno positivo.

Il "Carro" di adesso non è ovviamente lo stesso costruito dalla famiglia dei Pazzi, ma conserva ancora al suo interno "le pietre del Santo Sepolcro"; esso è alloggiato durante l'anno al n. 48 di Porta al Prato, a Firenze, in uno strano edificio di legno, senza finestre, ma con una enorme porta che arriva al 2° piano delle case adiacenti.

Lo spettacolo è veramente sublime: si vede all’improvviso il carro avvampare mentre la colomba ritorna all’altare maggiore. Nello stesso istante mille campane si sciolgono all’unisono, centinaia di colombi, appostati sulla cupola, sul campanile, nelle piazze, nelle chiese circostanti, prendono il volo e tracciano caroselli nel cielo azzurro. Il Brindellone nel frattempo, incendiato dal volo della colombina, esplode in un turbinio di botti e di girandole colorate.

Prima dello Scoppio del carro, ha avuto luogo il sorteggio per le partite del Calcio Storico Fiorentino il tipico torneo fiorentino che si giocherà in giugno. Gli abbinamenti delle squadre che rappresentano l'antica suddivisione della città, casualmente coincidono con quelli dello scorso anno: Azzurri-Rossi e Verdi-Bianchi.
Questa è un’altra tappa che non voglio perdere. A giugno tornerò a Firenze per assistere a quest’altra grande manifestazione.


Pia Granieri
Perugia 27 – 02 - 2008


.



© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti