Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Supertour in Otto

Scritto da Alessia Cocozza
  • CABO DA ROCA
  • LISBONA
  • SINTRA
  • PORTO
Come ogni anno la meta è decisa tramite il nostro affidatissimo Routard.
Partiti in 8 persone la sera tarda del 7 agosto 2005 eravamo in formissima per affrontare il lungo e movimentato viaggio di quest'anno. Le città principali da visitare erano: Lisbona e dintorni, Porto, Coimbra, Santiago de Compostela (Gallizia).
A Lisbona siamo rimasti per 1 settimana perchè è molto grande e ci sono tantissime cose da visitare, e anche le cittadine nei dintorni.
Lisbona è una città malinconica e molto "vecchia", ma servita benissimo a livello di trasporti: la metropolitana è nuovissima e ti porta da una parte all'altra della città. Ma non bisogna tralasciare un bel viaggetto sul tram in giro per la città.
Il nostro hotel è modesto, giusto per dormire, perchè andavamo in giro tutto il giorno. Dapprima abbiamo visitato la parte piu' antica della città: L'Alfama. Molto, molto bella, con tutte le sue casette adornate di Azulejos "maioliche" e i suoi balconi piccoli piccoli ma pieni di fiori e panni stesi.
Da visitare c'è il castelo de Sao jorge, la Cattedrale molto antica, il giardino botanico con i suoi ficus giganti e il bellissimo parco con il Cedro famoso per la tua veneranda età (ben 300 anni e resistito al terremoto del 1755).verso il fiume Tago c'è la Placa do Comercio con l'arcod i Vittorio Emanuele e nelle vicinanze l'Elevator de Santa Justa, per ammirare la città dall'alto. Non potete non passare alla Brasileira per bere qualcosa...La vita notturna è movimentatissima, nella parte nuova ci sono tanti piccoli locali (ma d'estate la gente rimane fuori)aperti fino al mattino. La cucina è buona a base di carne e pesce (non tanto costosa).
Nei dintorni di Lisbona andate assolutamente a visitare Sintra, piccola cittadina ricca di castelli suggestivi: Castelo dos mouros, La Casa de la Pena, Quinta da REgaleira (una casa ideata da un architetto italiano, con un parco molto grande con 2 torri che vanno sottoterra per visitare i cunicoli). Da Sintra si prende un autobus per Alverca e qui c'è il posto piu' bello: CAbo da Roca. é la punta piu' Ovest di tutta l'Europa, è una scogliera alta 140 metri che si affaccia sull'oceano. Noi ci siamo arrampicati per scendere in spiaggia (non c'è sabbia, ma solo massi, non si puo' fare il bagno...è pericoloso...anche scendere è pericoloso!!).
Un'altra cittadina vicina è Belem: tappa obbligatoria per le famosissime Pastel di Belem! C'è anche un monastero molto grande da visitare (Monastero de Sao Jeronimo) con la tomba di Vasco da Gama. Lì vicino c'è un parco molto bello con la Torre de Belem sul fiume (si può visitare). Infine c'è sempre sul fiume il Pradao dos Descobrimientos: é alta 50 metri e rappresenta tutti i personaggi che hanno scoperto il nuovo mondo (infatti questo monumento è a forma di vela di caravella). Tutti questi paesini sono molto facili da raggiungere con i treni, abbastanza frequenti, poco costosi e puntuali.
Lasciata Lisbona siamo andati a Porto:meravigliosa cittadina sul fiume Douro. noi abbiamo pernottato nell'ostello della Gioventu' un po' fuori dal centro della città, ma i taxi sono poco costosi (meno dei pullman che non sono molto puntuali, o alcuni non passano proprio). Qui abbiamo visitato la cattedrale, le cantine famose (gli astemi non pagano l'entrata!!!!), e la vita notturna si concentra sulla riva del fiume (ci sono un po' di locali e ristoranti con fuori i tavoli). Qui si mangia pesce (soprattutto baccalà) a volonta' con pochi euro. Visitate assolutamente la libreria Lello: è bellissima, si possono leggere i libri senza acquistarli (non rompono le scatole)...c'è anche una piccola sala da the dove si puo' degustare anche il Porto.
Finita la prima parte del tour portoghese abbiamo lasciato questo stato per risalire fino a Santiago de Compostela (come non potevamo passarci!). é un paesello molto piccolo, quindi bastano 2 giorni per visitarlo. Naturalmente c'è la cattedrale imponente, e alla fine delle vie piene di negozi e ristoranti, c'è un parco molto grande per fare un pisolino o fare un giro. Qui abbiamo alloggiato al suggestivo Hostal Major (costruito in un monastero, ospita tantissime camere per l'anno accademico universitario).
infine manca l'ultima tappa di nuovo in Portogallo : Coimbra. Qui c'è l'università da visitare, con la cappella, la biblioteca e alcune sale dai bellissimi soffitti. Ci sono negozietti molto particolari qui: nella via che scende davanti la Chiesa di Santa Cruz c' è una libreria piccolissima con un sacco di libri antichi e scendendo ancora la scalinata un negozietto con bigiotteria artigianale.
Qui si può andare a sentire in alcuni ristoranti, dopo cena, il Fado maschile: ti senti proprio portoghese!
L'ultimo giorno siamo ritornati a Lisbona dove abbiamo fatto la notte bianca per poi ripartire verso casa completamente distrutti ma felici!!!
Ah...attenzione ai tassisti...guidano come dei pazzi!!!!!
Mi raccomando le signorine: niente tacchi ...tutte le città del Portogallo hanno discese (e salite naturalmente) molto pendenti e in pavè...si scivola anche con le infradito bassissime!!! SCARPE DA TENNIS!!
Tags: supertour Portogallo
© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti