Prenota tra più di 200.000 strutture Prenota

Turchia da Scoprire

Scritto da cristina rocchi
  • Palazzo di Topkapi ad Istanbul
  • Gran bazar di Istanbul
  • Panorama in Cappadocia
  • Panorama in Cappadocia
Introduzione
Quindici giorni di tour nella Turchia occidentale. La Turchia è un paese grande e ricco di attrazioni. Ci si deve muovere con prudenza ma non abbiamo avuto problemi o difficoltà (molti avevano sconsigliato me e le mie amiche dal partire da sole). L'unico problema vero può essere la lingua. Non tutti parlano inglese o francese, soprattutto nell'entroterra.

Da non perdere
Ad Istanbul
Le grandi moschee: Moschea Blu (Sultan Ahmet Camii), Moschea di Solimano il Magnifico (Süleymaniye Camii), Santa Sofia (Aya Sofya) che caratterizzano con i loro minareti il profilo della città rendendola davvero unica al mondo.
Il palazzo di Topkapi anche se un po' caro merita assolutamente una visita compresi il Tesoro e naturalmente l'Harem!
Yerebatan Sarayı (la Cisterna-Basilica) è una cisterna sotterranea, non di particolare pregio ma di grande fascino.
Il Gran Bazar (Kapalı Çarşı), il mercato coperto più grande del mondo, così grande che necessita di una mappa!
L'hammam (Çemberlitaş) da evitare la sera con la ressa dei turisti ma da gustare con calma.
Tutti i monumenti principali si trovano nel quartiere storico di Sultanahmet. Merita una visita anche
l'Istiklâl Caddesi, via commerciale nel quartiere di Taksim. Anche qui troverete molti locali carini, e se i prezzi in centro vi sono sembrati bassi...qui capirete che erano comunque esagerati!

La Cappadocia.
Le valli dei camini di fata, le grotte che nascondono incredibili chiese rupestri, le città scavate nella roccia. Vi consigliamo di rivolgervi a Francesco, un italiano residente ad Uçhisar, che vi consiglierà i percorsi migliori fuori dalle rotte maggiormente battute dai turisti. Un incontro interessante. Vi basterà chiedere a chiunque nel caffè centrale.

La costa mediterranea, da fare in macchina. Consigliamo di non fermarvi nei centri più famosi, come Antalya o Bodrum. Probabilmente offrono una vita notturna più ricca, ma certamente non i migliori panorami. Noi ci siamo fermate a Çıralı, dove abbiamo goduto di una splendida spiaggia con acqua cristallina tutta per noi. Poco distante il sito di Chimarea, con i fuochi naturali che escono dalle rocce, da vedere di notte. Poi ci siamo spostate ad Üçağiz, dove un barcaiolo simpatico ci ha portato alla scoperta delle calette più belle intorno all'isola di Kekova, cambiando il solito giro per non farci trovare nella ressa dei turisti. E poiché aveva del tempo libero, abbiamo avuto la sua barca tutta per noi per due ore al prezzo di una. Altra sosta e giro in barca a Bozburun Marmaris, l'unico posto in cui abbiamo rischiato di dormire in macchina. Se si decide di sostare in qualche località turistica in piena estate è meglio prenotare.

Le rovine di Didyma, Mileto, Priene ed Efeso. Tutte sulla costa occidentale, sono imponenti e ricche di reperti. Efeso in particolar modo non puo' essere saltata.

Le famose piscine naturali di Pamukkale.
Noi abbiamo saltato questa meta famosa e sicuramente bellissima, ma non si può non annotarla.

Muoversi

Tutte le città ed i paesi sono collegati da pullman. Esistono moltissime compagnie private, ed ogni grande città ha un'enorme stazione dei pullman. Con un po' di pazienza e di attenzione ci si può muovere comodamente. Di solito le compagnie hanno anche dei minibus che portano i propri clienti dalla stazione (otogar) al centro città (merkez) e sono compresi nel prezzo del biglietto. Fate attenzione a salire sul minibus della stessa compagnia del vostro pullman! Raramente il personale parla inglese. I pullman di solito sono tenuti bene ed offrono un buon servizio. Abbiamo notato che si tratta di una scelta abbastanza comune tra i giovani viaggiatori.

Dormire
A parte Istanbul e le mete più turistiche della costa dove è indispensabile prenotare, per il resto potete anche andare all'avventura e cercare un alloggio al vostro arrivo. In generale i prezzi sono abbordabili, affidatevi alla vostra guida per gli indirizzi migliori.

Mangiare

La cucina turca non è affatto male. Varia, ricca di sapori e spezie. Ovunque nel paese si trova una locanda in cui mangiare. Per temerari gli spiedini di cozze fritte sull' Istiklâl Caddesi ad Istanbul. Quanto al bere, il tè alla mela vi accompagnerà per tutto il viaggio, soprattutto durante le lunghe contrattazioni.


Itinerario

Abbiamo dedicato 3 giorni ad Istanbul per visitare il Palazzo di Topkapi, la Cisterna sotterranea, le grandi moschee e per un pomeriggio al bagno turco assolutamente imperdibile!
Poi con un pullman notturno ci siamo spostate in Cappadocia. Abbiamo preferito fermarci ad Uçhisar, villaggio tranquillo, meno turistico di altri centri della Cappadocia, e da li' abbiamo organizzato varie escursioni per i 3 giorni successivi. Ad Uçhisar siamo state aiutate da Francesco, un italiano che vive li' e si diletta ad organizzare escursioni per i turisti italiani. Una persona davvero interessante. Cosi' come deliziosa è stata la famiglia Basaran, che ci ha offerto un sottoscala decoroso e pulito pur di non lasciarci per strada. Un ricordo molto forte nella nostra memoria.
Un altro pullman ci ha portate ad Antalya, sulla costa meridionale, dove abbiamo solo affittato la macchina per partire alla scoperta della costa e dei luoghipiù suggestivi indicatici da Francesco. Abbiamo cosi' evitato le grandi mete turistiche ed abbiamo scoperto dei paradisi. Abbiamo risalito la costa fino ad Izmir, visitando anche i grandi siti archeologici.
Abbiamo volutamente saltato Pamukkale, per protesta contro lo scempio che il turismo di massa incontrollato ne sta facendo.
Ad Izmir abbiamo vissuto l'avventura più grande: riconsegnare la macchina in un'enorme metropoli senza piano regolatore... e senza una mappa! Ma con l'aiuto di un tassista gentile ce l'abbiamo fatta, e l'ultimo pullman notturno ci ha riportate ad Istanbul, dove, forti dell'esperienza acquisita, abbiamo dedicato una giornata intera all'assalto del Gran Bazar.
Tags: Turchia, Istanbul, Cappadocia, Topkapi, Moschea, Gran Bazar
© Copyright 2012 Promax Comunication SA | Swiss Made Contatti